Social Network e Ristorazione: l’importanza del marketing

by Daniela Colangelo
267 Visualizzazioni
Social Network

Quando ci troviamo sui social network o più in generale su internet, troviamo innumerevoli immagini, post o link sponsorizzati. Il settore della ristorazione, soprattutto in questo periodo, si è avvicinato sempre di più alla tecnologia. La costante presenza sui social, la pubblicità, e la possibilità di poter effettuare prenotazioni dei tavoli online, hanno completamente cambiato le tradizioni di questa fetta di mercato.

Ebbene si, oggi è fondamentale essere presenti sia su Instagram che su Facebook. Immagini accattivanti dei piatti, video e chi più ne ha più ne metta! A volte seguendo delle piccole e semplici regole, con l’aiuto dei professionisti del settore, è possibile ottenere buona visibilità. Ciò che è fondamentale però, è riuscire a costruire un brand solido e apprezzato dal pubblico.

Puoi utilizzare prodotti unici, creare dei piatti davvero ottimi, ma se non sai comunicarlo all’esterno il lavoro è svolto a metà.

Comunicazione, Ristorazione e Social Network

Andiamo a capire quali sono le tecniche e gli strumenti che possono essere utilizzati per aumentare la tua visibilità sui social, ma soprattutto andiamo a comprendere come catturare l’attenzione del pubblico al quale ti vuoi rivolgere.

Facciamo un esempio. Se hai un ristorante di Pesce, dovrai rivolgerti ad un target giusto. Se il tuo ristorante è vegano, non puoi rivolgerti a tutti!

Vorrei raccontarvi a tal proposito un aneddoto davvero simpatico. Un po’ di anni fa, mi recai a Napoli per delle commissioni. Si era fatto molto tardi e quasi tutti i ristoranti avevano ormai chiuso la cucina. Ad un certo punto, rimasi molto colpita da un ristorante che aveva un aspetto davvero green: elementi in legno colorato, piante, verde ovunque. Per fortuna la cucina era ancora aperta. Così, decisi di sedermi. Non appena mi portarono il menù, capii che era un ristorante vegano. Non era proprio il mio genere.

La comunicazione è fondamentale! Allora mi chiedo: perché non scrivere sull’insegna “Ristorante Vegano“?

Chiusa questa piccola parentesi, andiamo a comprendere cosa e come comunicare. Dimenticate la pubblicità offline: il mondo è già cambiato! Sicuramente cartelloni pubblicitari, volantini e stampa sono ancora ottimi canali di acquisizione. Ma quanto costano? Vi è un ritorno economico?

“Il marketing non è vendere ciò che si produce, ma è produrre ciò che si vende”

Nulla di più vero. Infatti, bisogna capire quali sono i gusti e le preferenze dei consumatori, ispirarsi ai grandi del proprio settore.

Leggi anche: Food Marketing: mercato in costante crescita

Come sceglie il consumatore

Grazie all’introduzione dei social network, anche il settore della ristorazione ha potuto beneficiare delle campagne pubblicitarie. Si instaurano relazioni ed emozioni. Appartenere ad una community, quindi ad un gruppo, interagire, esprimere pareri o emozioni (grazie alle emoticon), rende tutto più affascinante.

Il cliente di oggi come sceglie un ristorante o una pizzeria?

  1. Tripadvisor: le recensioni su questa piattaforma sono molto importanti. Cercate di offrire sempre il meglio ai vostri clienti, siate onesti e gentili, ma soprattutto servite dei cibi di qualità al giusto prezzo.
  2. Social Network: la presenza su Instagram e Facebook è fondamentale. Non è importante solo la presenza. Crea e condividi contenuti di qualità. Per contenuti non intendo solo quelli testuali, ma anche e sottolineo soprattutto le immagini, grafiche e video di altissima qualità. Meglio non improvvisare, potresti risultare cheap agli occhi dei tuoi potenziali clienti. Ti consiglio di rivolgerti ad un professionista.
  3. Passaparola: che sia online o offline, l’opinione altrui è molto importante. “Ti consiglio di provare quel ristorante!” e ancora “Il cibo è di ottima qualità, il personale è gentile e i prezzi sono onesti“.

Linee Guida e Consigli da seguire

Se operi in questo settore, sai bene che bisogna regalare vere e proprie esperienze. Non cercare di vendere solo un prodotto, rendi unica l’esperienza di quella serata. Se il cliente sarà soddisfatto, ritornerà e lo dirà a tutti i suoi conoscenti. Si deve creare l’effetto WOW.

Il Vademecum per avere successo sui Social Network:

  1. rivolgiti ad un target specifico;
  2. instaura relazioni con i clienti. Se condivide una storia sui social taggandoti, ricondividila, si sentirà importante;
  3. racconta delle storie. Il tuo prodotto si deve vendere da solo;
  4. scrivi contenuti semplici e alla portata di tutti. Contenuti complessi non attirano l’attenzione;
  5. pubblica immagini di qualità. Ti consiglio di utilizzare immagini reali, non prenderle da internet, potresti contorcere la realtà. Uno shooting fotografico potrebbe aiutarti;
  6. sottolinea le caratteristiche dei tuoi piatti e dei tuoi prodotti. La qualità dei prodotti, l’utilizzo di cibi biologici o locali, la stagionalità e la freschezza sono buone armi da sfruttare;
  7. le informazioni del locale devono essere visibili sia sui social che sui motori di ricerca come Google. Per informazioni intendiamo: numero di telefono, indirizzo, indirizzo email;
  8. prenotazione online: potrebbe risultare utile per l’utente prenotare il tavolo con un semplice click. Puoi farti aiutare da qualche sviluppatore per creare un sito internet adeguato, oppure puoi farlo in modo gratuito sulla tua pagina Facebook, tramite il pulsante “Prenota Ora”;
  9. proponi offerte o sviluppa piatti ad hoc per ogni occasione. Cerca di distinguerti dalla concorrenza il più possibile;
  10. incentiva i tuoi clienti a condividere la propria esperienza sui social network. In questo modo, i followers di quella persona vedranno l’esperienza che sta vivendo, e vorranno provare anche loro. Un’ottima strategia potrebbe essere quella di inserire degli hashtag e i simboli di Instagram e Facebook sulle tovagliette o sui segna tavoli.

Spero che questo articolo vi sia servito per comprendere tutte le potenzialità del Marketing sfruttando dei canali completamente gratuiti!

Vi lascio con una pillola culinaria. Trapizzino oggi è diventata una realtà che va oltre i confini nazionali. Oltre alle sedi di Roma, Milano, Firenze, Torino e Trieste, questo locale è presente anche a New York.

Il Brand Trapizzino
Roma – Milano – Firenze – Torino – Trieste – New York

Potrebbe interessarti: I danni del Coronavirus nel settore della ristorazione

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetta Scopri di più